INFOMINDS News

La trasformazione digitale nell'edilizia


Come sta cambiando l’impresa edile con la digitalizzazione


La digitalizzazione è un processo di trasformazione che sta cambiando le nostre abitudini, il nostro modo di fare business, il nostro posto di lavoro e più in generale le nostre vite. Lo riscontriamo nei in contesti sempre più disparati. Se vogliamo pensare ad un esempio concreto, pensiamo alle banche. Fino a dieci anni fa dovevamo recarci allo sportello per compiere qualsiasi operazione. Ora invece possiamo fare praticamente tutto da casa. Possiamo fotografare un bollettino postale con il telefonino ed eseguire il pagamento tramite l’App della banca dove abbiamo il nostro conto corrente; possiamo pagare l'assicurazione dell'auto, possiamo emettere bonifici e controllare sempre il nostro saldo.


Questo è solo uno degli esempi a dimostrazione che la trasformazione digitale è già arrivata in tanti ambiti e spesso la diamo anche per scontata. Quello che forse non sempre percepiamo è che la trasformazione digitale delle aziende in questi ultimi anni ha avuto un’accelerazione importante. Talvolta addirittura imposta, come nel caso della fatturazione elettronica. E il settore edile non ne è rimasto immune.


Ma cos'è la trasformazione digitale? E soprattutto, cos'è la trasformazione digitale nell'edilizia?


Cos'è la trasformazione digitale nell'edilizia?


Non esistono imprese che non abbiano computer, telefoni, stampanti, ecc in azienda. Ma è sufficiente questo per poter parlare di trasformazione digitale? Ovviamente no. Solo elementi fondamentali, ma da soli non bastano. Nella trasformazione digitale è essenziale considerare tutti gli aspetti di un’azienda e studiare come modernizzarli perché possano continuare ad evolversi parallelamente alla tecnologia presente.


In altri termini, quello che manca nella maggior parte dei casi è il collante tra questi strumenti. In questo caso specifico parliamo dei software che permettono ai collaboratori di un'azienda di dialogare tra di loro, lavorando congiuntamente per l'obiettivo.


Questo collante permette alle imprese di essere efficienti e più veloci nel processo produttivo, grazie anche alla facilità di controllare la qualità del lavoro svolto. D’altro canto, un’azienda che punta sul cambiamento e si adatta ad un modello più agile, ha tutte le carte in regola per ottenere risultati ancora più importanti in futuro.

Tornando nel concreto, l'impresa edile con il giusto software e i giusti strumenti può consultare velocemente i documenti di cantiere ovunque si trovi. Ma allo stesso tempo eseguire anche delle annotazioni, redigere i rapportini di lavoro oppure fare le foto delle lavorazioni appena eseguite.

Possono archiviare tutto nella giusta cartella di lavoro senza ulteriori passaggi di mano e renderla disponibile a chiunque vogliamo, sempre assicurandoci la sicurezza del dato e l'archiviazione storica dei documenti di cantiere. E soprattutto possono fare tutto questo mentre sono ancora in cantiere, con l'opera sotto i loro occhi o con gli intermediari che gli servono a portata di mano.


La trasformazione digitale nell'edilizia è semplicemente l'evoluzione e la velocizzazione dei processi, attraverso gli strumenti digitali. È la semplicità che sa portare benefici riscontrabili a tutti i livelli dell'impresa. (Per saperne di più, guarda questo video: Smart Working in Cantiere: il digitale a servizio dell'impresa edile)

Che cosa serve per la Trasformazione Digitale


Per traghettare l’impresa nel processo di trasformazione digitale innanzitutto serve la convinzione da parte di tutti i collaboratori dell'impresa che il cambiamento digitale sia un'opportunità e non una grana. La trasformazione digitale è il processo di evoluzione dei modelli aziendali, con l'utilizzo dei sistemi tecnologici digitali. Il termine descrive l'adozione di tecnologie e di cambiamenti nella cultura aziendale, mirati a migliorare o a sostituire gli approcci esistenti. Non è quindi solo un prodotto o una soluzione da acquistare. La trasformazione digitale ha un impatto su tutto ciò che riguarda l’attività d’impresa, quindi prima di tutto richiede un cambiamento attitudinale.


Per la trasformazione digitale, oltre al capitale umano ci si deve dotare di una serie tecnologie digitali appropriate. Computer, smartphone, tablet, magari server. In base alle esigenze e alla tipologia di azienda, questi strumenti possono cambiare leggermente. Il tutto però orchestrato da software dedicati alla funzione ed alla gestione manageriale che permettono il controllo d’impresa.


Le imprese edili in parte già dispongono di queste soluzioni. Hanno postazioni di lavoro attrezzate e strumenti spesso coerenti con le loro esigenze. Ma quasi sempre questi scollegati tra di loro. Ovvero il lavoro che le singole persone svolgono non si integra con quello dei loro colleghi. In altre parole, se un vostro collaboratore è in malattia, nessuno sa come accedere ai suoi file e il lavoro rischia di fermarsi. Se il lavoro dei vostri tecnici e dei vostri collaboratori non è integrato in un flusso fluido del dato, la macchina si inceppa al primo ostacolo.


Per raggiungere la vera digitalizzazione di impresa, si deve superare questo scoglio. E lo si può fare adottando soluzioni, processi e software che permettano alle persone di integrare il loro lavoro con quello dei colleghi. La condivisone trasparente del lavoro aumenta la qualità del dato, contribuisce a migliorare le diverse conoscenze delle attività di lavoro nell’impresa e, ovviamente, spinge in alto l'efficienza dell'impresa.


Cantiere Digitale o Cantiere Digitalizzato


Il digitale apre nuove sfide e frontiere di crescita. La trasformazione del cantiere negli ultimi vent’anni ha portato un’ondata di novità sulle tecnologie dei materiali per la costruzione. Il tema dominante era (ed è) la sostenibilità ed il risparmio energetico. Questa trasformazione, impone che la tecnica di costruzione, ed il suo costruito in generale, che intreccia le relazioni con gli impianti tecnici, generi il sistema casa. Un sistema che in fase di realizzazione necessita di un controllo preciso del processo di costruzione, per ottenere qualità e garanzia di risultati.


Con l'evoluzione del BIM, il dato sta diventato sempre più importante nell'impresa edile. Dobbiamo perciò capire che il contesto in cui questo avviene, è quello della possibilità che i dati strutturati, generati da sorgenti eterogenee, possano essere raccolti, analizzati e gestiti in tempo reale per prendere decisioni. (Per più informazioni sulla Business Intelligence di cantiere puoi guardare questo video: La Business Intelligence di cantiere: trarre valore dai dati)


È chiaro a tutti che digitalizzare non significa esclusivamente inviare un’e-mail al posto di una lettera commerciale. La trasformazione digitale impone che si adattino i processi aziendali alle esigenze imposte dall’era digitale, dove velocità d’esecuzione ed efficienza rivestono ruoli cruciali. Digitalizzare il cantiere significa ragionare sull’impresa di costruzioni, la quale colloca all’interno di un processo di controllo i diversi attori, oltre ai fornitori, ai professionisti ed altro. Il cantiere digitale è il riflesso della riconfigurazione degli assetti, dove l'elemento predominante è la sincronizzazione e l'integrazione del dato e la conseguente responsabilizzazione dei ruoli degli attori all’interno dell’intero processo costruttivo. In questo modo il digitale permette di migliorare i processi di costruzione lungo tutta la catena, rendendoli efficaci ed efficienti. Il digitale permette di risparmiare tempo, risorse e denaro, garantendo per avere un vantaggio sui competitor avendo una struttura imprenditoriali adeguate all’evoluzione. Pensateci. Con chi vorreste lavorare? Con chi non riesce a darvi una risposta concreta a morire o chi vi permette di sapere tutto quello che vi serve con un click?


Come cambia l’impresa edile con la Trasformazione digitale


Nulla e più come prima ma meglio di prima. La trasformazione digitale richiede cambiamenti culturali e l’implementazione di nuove competenze. Le imprese avranno un nuovo partner, il partner tecnologico che avrà il compito di portare automazione nei processi, ottimizzazione nelle attività dei dipendenti ed il miglioramento della qualità del lavoro in generale.


Gli Uffici saranno digitalizzati: tutti i documenti passeranno dalla versione cartacea a quella digitale. I dati aziendali (vendite, costi, fatturato, ritardi) saranno disponibili in tempo reale e gli strumenti di Business Intelligence li interpreteranno per permettervi di prendere decisioni strategiche consapevoli nei momenti utili. Ci sarà uno scambio continuo e naturale di informazioni e la condivisione di dati anche tra persone fisicamente lontane o dislocate su sedi lavorative diverse (ufficio - cantiere - casa). Si aumenta il controllo sull'impresa, pur non imponendo nulla ai dipendenti. Si potranno gestire, archiviare, consultare e modificare i documenti di cantiere in agilità assicurandosi sempre di essere in regola con la legge.


La trasformazione digitale rappresenta il valore aggiunto dell’impresa del futuro. Siamo davanti ad uno spostamento verso il digitale che non solo è inevitabile, ma è anche irreversibile. Inutile voltarsi indietro, perché lì non torneremo. E allora sembra scontato guardare avanti, cercando di cogliere tutte le opportunità che questa trasformazione digitale ci mette davanti.