top of page

INFOMINDS Novità

Il tuo magazzino è un disastro? Il segreto per gestirlo al meglio


L’aumento dei prodotti commercializzati, l’e-commerce, le consegne just in time, i Prime e le nuove richieste da parte dei clienti hanno impattato tante aree aziendali, inclusa quella logistica. Sono infatti numerosi i problemi nuovi che sono nati o che si sono ingigantiti nel tempo.

Iniziamo facendo un breve elenco per vedere se ci ritroviamo in alcuni di questi (speriamo non in tutti o son dolori).


1. Spazio inutilizzato

La mancanza di spazio di stoccaggio è uno dei principali problemi a cui deve far fronte la maggior parte delle aziende. Davanti a una situazione del genere, causata soprattutto da un aumento dell’attività, le aziende hanno l’obbligo di ottimizzare lo spazio se non vogliono affrontare un consistente esborso economico per lo spazio logistico.

Una soluzione spesso utilizzata per aumentare lo spazio senza alterare la superficie prevede di sfruttare l’altezza del magazzino utilizzando scaffalature più alte oppure soppalchi e passerelle. Certo, non sempre questo è possibile, ma dove possibile, potrebbe valer la pena considerarlo.


2. Mancanza di organizzazione della merce

La mancanza di organizzazione della merce causa errori e ritardi quando si cerca un determinato prodotto, compromettendo il rispetto dei termini di consegna, che sappiamo essere sempre più ridotti.

In quest’ottica, è necessario elaborare un’efficiente strategia di locazione della merce che tenga conto delle caratteristiche delle referenze, dei sistemi di stoccaggio disponibili, della rotazione della merce e degli spostamenti degli operatori.


3. Errori nel picking

Dal prelevare un articolo sbagliato alla mescolanza di più ordini: il costo della logistica di re-ingresso (i resi della merce) a causa di errori nel picking ha sempre gravi conseguenze sulla logistica aziendale.

Gli errori nel picking comportano un costo elevato per il business. Certo dipende dal prodotto commercializzato, ma quello del reso è un mercato (costo) che sta crescendo sempre di più nel tempo.

In un ciclo operativo complesso come la preparazione degli ordini, dove in genere gli operatori elaborano più ordini di referenze diverse, l’automazione e la tracciabilità sono soluzioni per ridurre la percentuale di errori e aumentare il numero di picking completati ogni ora in magazzino.

Gli errori durante la preparazione degli ordini sono molto comuni e possono comportare gravi conseguenze logistiche


All’interno di una supply chain integrata, clienti e fornitori vogliono sapere con quali materie prime è stato prodotto un articolo e quali processi produttivi e logistici ha attraversato prima di arrivare nelle loro mani.

La tracciabilità del prodotto di fatto garantisce l’attributo logistico che consente di registrare e identificare un articolo dall’origine alla destinazione finale. Ha una doppia valenza: da un lato per il consumatore finale (soprattutto nel settore farmaceutico e alimentare); dall’altro lato garantisce certezza al magazzino.


5. Inventario obsoleto

Conoscere e pianificare lo stock di un magazzino è indispensabile per garantire la produttività in tutte le operazioni logistiche. Non a caso, un magazzino con un inventario obsoleto può implicare gravi conseguenze per un’azienda: errori nel ri-acquisto delle merci; sanzioni in caso di controlli; mancanza di merci per consegne urgenti.

Quando un’azienda comincia a svilupparsi e ad acquisire sempre più referenze, l’implementazione di un software di gestione magazzino diventa una scelta necessaria per essere sempre informati sulla disponibilità dello stock rimanenet.


6. Ritardi nelle spedizioni

La spedizione della merce è l’ultimo processo che un prodotto attraversa prima di essere inviato al cliente finale o a un altro centro di distribuzione o produzione.

Per completare il processo con successo, è consigliabile implementare una pianificazione delle consegne, un efficace consolidamento della merce, una corretta verifica di tutta la documentazione necessaria per la spedizione e un caricamento rapido e sicuro della merce sui camion.

La spedizione della merce è l’ultimo processo che il prodotto attraversa prima di uscire dal magazzino


7. Integrazione con gli altri reparti (ERP)

Il responsabile del magazzino si deve coordinare con gli altri reparti dell’azienda per raggiungere l’obiettivo finale di tutta la logistica: la consegna degli ordini nei termini stabiliti e secondo le modalità concordate con il cliente.

Per fare questo è necessario che si utilizzi uno strumento capace di integrare tutte le aree aziendali, garantendo un rapido e preciso flusso dei dati da un reparto all’altro. Ovviamente parliamo del software ERP.




Sfrutta i vantaggi di un magazzino più efficiente

In generale, l’automazione dei cicli operativi e della gestione di un magazzino mediante un WMS è la strategia migliore per ottenere un magazzino senza errori e molto più efficiente.

La gestione del magazzino può rivelarsi un vero inferno se viene lasciata a se stessa. Magazzinieri che si rincorrono, merce che non si trova e organizzata male, errori di picking e di spedizione.


Spesso gli imprenditori credono di avere una buona organizzazione, ma poi sorgono problemi, il magazzino è fuori controllo e il bilancio ne risente. Il controllo del magazzino e dei singoli processi aziendali però è meno complesso di quel che si pensi, se ci si affida a professionisti e si adotta lo strumento giusto alle proprie esigenze. Avere il controllo completo del magazzino è possibile applicando dei semplici criteri operativi e di tracciabilità.

Sistemi di tracciabilità e vantaggi per la gestione logistica


Conoscere il contenuto di una scatola chiusa non è magia. Esistono sistemi di identificazione e tracciabilità molto semplici che possono aiutarti nel gestire il magazzino. Il metodo più diffuso è il codice a barre: etichette nominative essenziali per rendere il magazzino efficace. Il sistema è scalabile sia agli scaffali che alle singole merci.

Per dirlo con le parole di un cliente: il beneficio più grande è la registrazione di quello che si fa. Dal carico degli scaffali al picking, l’etichettatura permette di trovare il prodotto in un attimo e diminuisce gli errori fino al 90%.


Questi sono i maggiori vantaggi:

· Non si perdono più le merci, perché ognuna si trova in un posto univoco;

· Addio errori di prelievo;

· Non serve più controllare la merce nei pacchi, visto che saprai benissimo cosa contengono.

· Il materiale di consumo uscirà rispettando il FIFO


In questo modo saprai sempre dove sono le tue merci. Comodo, no?

Tracciabilità: la strategia vincente per il controllo del magazzino

La definizione di una strategia di applicazione delle etichette è importantissima per la tua gestione logistica.

Una volta attivato il sistema di tracciabilità, il tuo magazzino è pronto a operare a pieno regime. Le merci vengono etichettate e registrate all’arrivo, . In questo modo, al magazziniere basterà seguire semplici istruzioni per stoccare sempre tutti gli articoli al posto giusto. Quando dovrà prelevare, verrà guidato al pallet, prenderà la quantità che gli serve e registrerà quanto ha prelevato per quell’ordine. Lo scarico potrà essere registrato tramite lettore di codice a barre o con uno smartphone e specifica app (anche QR code).

Ne derivano tutti i vantaggi che abbiamo visto prima: ora puoi sapere in ogni momento dove si trova un prodotto e in quale quantità è disponibile, visto che anche il picking è sempre monitorato.

Finalmente il tuo magazzino è organizzato, ma non solo: è anche più efficiente e più rapido nell’evasione degli ordini. Grazie ai sistemi di tracciabilità, la gestione logistica diventa affidabile e non crea più problemi, anzi: può diventare il vero motore per far crescere la tua azienda.

Per saperne di più guarda il video qui sotto:




Comments


bottom of page