top of page

INFOMINDS Novità

Quali sono i trend tecnologici del 2022: ecco cosa ci aspetta

Nel 2022 continueremo a vedere un tasso accelerato di digitalizzazione e virtualizzazione del business e della società. La necessità di sostenibilità, i volumi di dati in continua crescita e l'aumento delle velocità di calcolo e di rete inizieranno a riconquistare il loro status di motori più importanti della trasformazione digitale.



I trend tecnologici del 2022: siamo pronti ad affrontare le sfide del prossimo anno?


I trend tecnologici del 2022 secondo Gartner

Per molte imprese, la lezione più importante degli ultimi due anni è stata che se c’è la motivazione, il cambiamento veramente trasformativo non è così difficile da attuare come si può pensare. Infatti, nel corso del tempo si è sviluppata un'intera industria che mira ad offrire le competenze e gli strumenti necessari per l'innovazione tecnologica alla maggior parte possibile della società, indipendentemente dalla loro competenza o esperienza.

Gartner, vero e proprio punto di riferimento in tema di tecnologia, ha identificato quali saranno i “top strategic tech trend” del 2022. Temi che influenzeranno certamente le decisioni tecnologiche delle aziende nel corso del prossimo anno. Questi trend tecnologici rappresentano elementi che le imprese dovranno considerare e, possibilmente, testare per migliorare le proprie attività.

I trend tecnologici seguono sempre un percorso diretto ad una maggiore semplificazione nell'uso della Tecnologia dell’Informazione e questa stessa semplificazione, nel prossimo futuro, verrà soprattutto rappresentata dall'automazione. In particolare, Gartner punta sull’Iperautomazione, ossia sulla capacità della TI di identificare ed automatizzare il maggior numero possibile di processi aziendali.

Al centro dell’attenzione c’è anche la Business Intelligence, trend che mira a comprendere i dati per accelerare la crescita aziendale attraverso decisioni strategiche consapevoli. Gartner prevede che nei prossimi due anni, un terzo delle imprese utilizzerà la BI per un processo decisionale migliore e più strutturato. (Per ulteriori approfondimenti, visita direttametne il sito).

Ma cosa si intende, nello specifico, per Iperautomazione e Business Intelligence? E soprattutto, quali vantaggi potrebbero portare questi trend tecnologici alla vostra azienda?


Cos’è l’Iperautomazione?


Iperautomazione – automatizzare il maggior numero di processi aziendali con software gestionali ed ERP
Iperautomazione – automatizzare il maggior numero di processi aziendali

L'Iperautomazione è un approccio disciplinato e guidato dal business per identificare, esaminare e automatizzare rapidamente il maggior numero possibile di processi aziendali. Essa permette la scalabilità, il funzionamento a distanza e l'interruzione del modello di business, poiché suggerisce un percorso più veloce per identificare, esaminare e automatizzare i processi in tutta l'azienda. Gartner ha notato che i benefici principali che si creano a seguito dell’introduzione di questo strumento tecnologico includono il miglioramento della qualità del lavoro, l'accelerazione del ritmo dei processi aziendali e la promozione dell'agilità nel processo decisionale.

L’Iperautomazione è una delle tecnologie più dirompenti per l'anno 2022 ed è una tendenza che non può saltare all’occhio. Si stima, infatti, che il 40% di tutti i processi legati alla scienza dei dati saranno automatizzati entro la fine dell'anno. L'utilizzo da parte delle aziende di una lunga serie di fonti di dati, tutte differenti fra loro, rappresenta ancora un pericoloso ostacolo per il passaggio a consolidazione e analisi di tutti i dati generati. Il sistema di Iperautomazione punta al consolidamento dei dati, permettendo agli analisti di raccoglierne e analizzarne enormi quantità.


Quali sono i benefici dell’Iperautomazione?

I vantaggi ottenibili con l’Iperautomazione partono da un elemento molto importante, soprattutto per i titolari d’impresa, che rappresenta la riduzione dei costi. Ma non si limitano a questo, ulteriori benefici infatti comprendono un aumento dell’efficienza e della velocità dei processi, con un conseguente minor carico di lavoro ai dipendenti per le mansioni che possono essere automatizzate, nonché un’evoluzione verso una maggiore digitalizzazione dell’intera azienda.

Quindi, riassumendo: agilità nei processi, valorizzazione del talento umano, scalabilità nelle soluzioni, riduzione dei costi e protezione delle infrastrutture. Questi sono solo alcuni dei benefici che uno dei trend tecnologici più in voga per il 2022 può portare alle vostre aziende, e che nella fase di transazione digitale che stiamo vivendo in questo periodo, rappresenta uno dei principali fattori di differenziazione per molte imprese. Per queste ragioni, tante aziende in tanti settori devono prepararsi ad affrontare un contesto estremamente competitivo caratterizzato da una domanda sempre più digitale, informata ed esigente.

Cosa otteniamo, quindi, grazie all’Iperautomazione? Il risultato finale è rappresentato da un aumento dell’efficienza operativa, accompagnata da una riduzione del margine di errore e dall’ottenimento di informazioni più accurate e precise. Di conseguenza, ciò vi permette di valorizzare al massimo il talento umano, liberando voi e i vostri collaboratori dalle attività ripetitive e di routine per consentire di focalizzarvi di più sugli aspetti strategici di business.



Che cos’è la Business Intelligence?



Tra i trend tecnologici più importanti che caratterizzano l’anno nuovo, vi è anche la Business Intelligence, il cui scopo è quello di comprendere i dati per accelerare la crescita aziendale attraverso decisioni strategiche consapevoli. La BI mira a modellare le decisioni in modo ripetibile per renderle più efficienti e per accelerare la velocità del valore. Prevede di farlo attraverso l’automazione che, allo stesso tempo, migliora l’intelligenza umana.

Per Business Intelligence intendiamo l’insieme dei processi e soluzioni aziendali finalizzate alla raccolta dei dati provenienti da svariate fonti differenti, alle necessarie operazioni di analisi, alle tecnologie e i software utilizzati per realizzare questi processi e alle informazioni ottenute in funzione di essi. I report generati dal sistema di Business Intelligence hanno lo scopo di fornire una panoramica di tutte le informazioni essenziali per una corretta pianificazione strategica delle attività.

La Business Intelligence ha tutte le caratteristiche che la rendono una soluzione software indispensabile per le aziende di ogni tipo e dimensione. Senza dubbio, nel tempo è divenuta uno strumento sempre più prezioso sia per aziende grandi che piccole: più che un lusso, un’esigenza. Infatti, senza il giusto tipo di analisi dei dati, è come se sparaste nel buio. Tutte le aziende, compresa la vostra, hanno bisogno di sfruttare ogni informazione per prendere le decisioni giuste che avranno un impatto efficace sulla propria linea di business.


Quali sono i benefici della Business Intelligence?

Il principale vantaggio della Business Intelligence rappresenta l’aumento del valore verso i clienti e gli utenti che avviene attraverso il miglioramento delle performance aziendali. Avendo la possibilità di analizzare e studiare i dati in maniera chiara e precisa, con un margine di errore notevolmente basso, l’azienda può formulare soluzioni strategiche e migliorare le operazioni di pianificazione aziendale.

Molto spesso, infatti, all’interno delle imprese la conoscenza dei dati risulta frammentata e suddivisa su molte persone, caratterizzate da una scarsa interazione. Questa situazione può causare problemi di interpretazione dei dati, che a sua volta può dar luogo a decisioni non ottimali e dunque compromettere la pianificazione aziendale e gli obiettivi da raggiungere.

Se vi siete rivisti in questa descrizione, non aspetterei tanto altro tempo.

Sfruttare il lavoro di Business Intelligence in azienda genera un aumento delle performance aziendali grazie a determinati vantaggi economici in termini sia di riduzione o eliminazione di costi, sia di incremento del fatturato. I trend tecnologici del 2022 portano in risalto la BI perché permette l’identificazione dei clienti più redditizi e di opportunità di cross-selling, l’ottimizzazione dei processi produttivi, del magazzino e delle politiche di prezzo. Un miglioramento dei livelli di servizio e delle vendite grazie alla possibilità di fornire informazioni accurate e tempestive, una visione migliore dell’intero processo aziendale, un accesso più veloce alle informazioni e quindi riduzione dei tempi dedicati alle analisi. Migliore qualità dei dati, che riduce la possibilità di errore. Una visione chiara dei centri di costo che permette una riduzione dei costi operativi e dei costi dovuti a correzione di errori, risoluzione problemi e non soddisfazione del cliente.

Accanto ai benefici appena menzionati, i quali rappresentano benefici economici e misurabili, ne incontriamo altri, chiamati benefici intangibili poiché difficilmente misurabili, ma che comunque contribuiscono al miglioramento delle performance aziendali. Tra questi possiamo includere un miglior servizio al cliente, miglioramento nelle relazioni pubbliche, miglioramento della percezione dell’azienda da parte di clienti e pubblico in generale e aumento dell’efficacia competitiva.

In Infominds, la valutazione, presentazione e analisi dei dati aziendali non sono mai state così semplici da realizzare, grazie alla nuova soluzione di Business Intelligence. Con le statistiche dinamiche e interattive, gli utenti di ERGO e RADIX hanno in pochi minuti una panoramica dei propri dati, ovunque si trovino e con qualsiasi dispositivo. (Per saperne di più: https://www.infominds.eu/bi?lang=it)


I trend tecnologici del 2022: il futuro che ci aspetta

Il 2022 sarà un anno di cambiamenti e riorganizzazione, un anno di iniziative ed investimenti. Se da una parte l’innovazione tecnologica continuerà ad accelerare, dall’altra sarà fondamentale creare e possedere gli strumenti giusti in grado di reggere il passo. In un clima commerciale così difficile, le aziende dovrebbero sfruttare tutti i tipi di tecnologia che le terranno davanti ai loro concorrenti. La Business Intelligence insieme all’Iperautomazione sono chiari esempi di queste tecnologie che possono rappresentare la svolta per le aziende di tutte le dimensioni.

Il ritmo del cambiamento all’interno delle organizzazioni aziendali è destinato a crescere ulteriormente nel corso del prossimo anno, poiché le aziende non possono più fare a meno dell’innovazione tecnologica per poter sopravvivere e crescere. I trend tecnologici protagonisti del 2022 sono in grado di dare una spinta al business permettendo di beneficiare appieno della flessibilità e della velocità dei nuovi strumenti a disposizione.

Per essere preparati, quindi, l’introduzione ed evoluzione delle tecnologie digitali nella vostra azienda deve essere considerata una priorità. L’ottimismo della volontà non basta più: il rimbalzo di quest’anno che si è appena chiuso deve essere sostenuto da misure precise e scelte chiare, con lo sguardo puntato agli effetti del medio-lungo periodo. Si devono favorire lo sviluppo e gli investimenti, trovando al contempo soluzioni che permettano di ridurre il costo del lavoro e rendere più efficienti i processi aziendali.

Comentários


bottom of page