top of page

INFOMINDS Novità

Office Automation: quali saranno i trend del 2023 

Il 2022 si è appena concluso, ma lo sguardo di tutti i professionisti di settore è già verso i nuovi trend che caratterizzeranno questo 2023. Scopriamo insieme i principali!


Quali premesse?

Il settore dell’Office Automation è in costante cambiamento: dalle tecnologie che evolvono fino ad arrivare alle richieste dei clienti che mutano rapidamente, riflesso dei tempi e delle tendenze in atto.

Ecco perché, di anno in anno, alcuni trend continuano ad essere forti e ad influenzare tutto il mercato, costituendo delle vere e proprie premesse al cambiamento.

L’attenzione verso la sostenibilità, ad esempio, è una propensione trasversale, in quanto scavalca i confini del settore e diventa elemento costitutivo in moltissimi ambiti diversi. La generazione Z e i millennial, che costituiscono l’attuale e la futura forza lavoro, sono consumatori attenti all’ambiente e allo sfruttamento di risorse e persone. Ecco perché le soluzioni future terranno conto di questo, proponendo alternative green ed etiche che spingeranno verso la competitività futura.

Un’altra tendenza forte di cui abbiamo già parlato nel blog nei mesi scorsi riguarda il tema ancora caldo dello smartworking, iniziato a causa della pandemia ma che trova ancora molti sostenitori tra lavoratori e aziende stesse, che attuano forme di lavoro ibrido.

Quali sono i trend del 2023?

1. Digitalizzazione e ottimizzazione dei processi

Gestire i processi aziendali e tutte le varie fasi legate a progetti e reparti diventa fondamentale. Ma se negli anni scorsi era sufficiente gestirli in qualche modo “non meglio definito” ora la sfida che non può aspettare è la digitalizzazione.

Trovare il proprio percorso di digitalizzazione diventa un fattore chiave importante non solo a livello competitivo ma anche per la definizione della strategia futura.

Per le aziende che hanno già fatto questo passo il successivo livello è l’ottimizzazione: capire quali sono gli ostacoli da superare, le modifiche da effettuare per rendere ancora più fluidi, semplici ed efficienti i processi.

2. Sostenibilità

Oramai tutti parlano di sostenibilità, soprattutto le aziende che puntano ai giovani e giovanissimi. Ma scendiamo nel dettaglio: che cosa significa questa parola nel concreto?

La sostenibilità, infatti, non si limita all’attenzione verso l’ambiente: secondo il GRI (Global Reporting Initiative), infatti, ci sono tre pilastri fondamentali da perseguire. Ambiente: riduzione degli impatti negativi e risanamento dei danni compiuti. In alternativa ristabilire o ricreare le risorse consumate; Sociale: è la sfera che riguarda i rapporti sociali e le relazioni (gender gap, discriminazioni, disabilità...);

Economia: creazione di valore per gli shareholder dell'attività economica (collaboratori e altri attori intorno all'azienda come fornitori, consulenti, ecc...).

Per essere considerati sostenibili è necessario migliorare almeno uno dei tre pillar appena descritti, senza danneggiare gli altri due restanti.

Tutti questi elementi compongono il “concetto” di sostenibilità. In sintesi, creare un ambiente di lavoro migliore, concetto ampio che estende le sue radici anche al di fuori del concetto stretto di “ufficio”.


3. Cercare il proprio valore aggiunto

Che cosa ci distingue dai competitor?

A questa domanda possiamo rispondere in maniera molto diversa: qualche azienda sceglie di essere la migliore a livello tecnologico, altre puntano sulla flessibilità lavorativa di orari e dipendenti, altri su uno stretto rapporto di fiducia con i clienti, altri sui prezzi al ribasso.

Qualunque sia la scelta, l’importante è aver chiaro il “fattore” competitivo scelto: in tempi incerti come questi, i punti di forza aziendali devono essere non solo difesi ma, se possibile, rafforzati.

Ampliando questo discorso è necessario considerare anche la ricerca di nuovi talenti in quanto è sempre più difficile attrarre i giovani più competenti e preparati.

Capire come costruire la propria squadra vincente diventa una naturale conseguenza della definizione del proprio valore aggiunto.


Conclusioni

Nel 2023 rimangono centrali le persone, i valori e la tecnologia. Spingere su questi tre livelli permetterà non solo di migliorare la propria forza nel mercato ma anche crescere internamente e riuscire a pianificare con precisione la strategia futura.

Noi di Infominds mettiamo in gioco la nostra squadra per lavorare a stretto contatto con tutte le aziende che vogliono migliorare sotto il profilo della digitalizzazione, consulenze e soluzioni su misura per ogni esigenza.




Commenti


bottom of page