top of page

L’importanza della marcatura CE per i prodotti delle costruzioni

Il caso dell’isolamento termico a cappotto


La marcatura CE per i materiali da costruzione
La marcatura CE per i materiali da costruzione

Siamo abituati a vedere il marchio CE (Comunità Europea) su molti prodotti al supermercato o nei vari negozi per bambini. Non tutti sanno però che la marcatura CE è una componente fondamentale anche nella scelta dei materiali per le costruzioni edili.

La marcatura CE nei materiali usati in cantiere è stata inserita per garantire non solo la qualità dei prodotti utilizzati, ma per assicurarsi il pieno rispetto delle performance che ci aspettiamo dal materiale stesso. Prendiamo ad esempio all’isolamento termico di un qualsiasi fabbricato con il sistema a Cappotto. Utilizzare un materiale con marcatura CE sarebbe uno dei componenti fondamentali per migliorare energeticamente il fabbricato. Non basta però solamente acquistare un materiale dalle prestazioni elevate per ottenere il risultato desiderato. Rimane fondamentale applicarlo in modo corretto al progetto, in modo che mi garantisca la performance richiesta.

Cambiando esempio, posso anche acquistare la carne più buona e migliore del mondo, ma se non so cucinarla, la mia grigliata non sarà buona. Sicuramente però, partire da una carne eccezionale aumenterà le mie possibilità di fare una grigliata di successo.

Allo stesso modo, realizzare il mio cantiere, il mio cappotto o in generale il mio progetto con materiali a marcatura CE mi permetterà di ottenere risultati migliori.

Ma andiamo per ordine, prima dobbiamo capire bene cosa sia e come riconoscere la marcatura CE.


COS’È LA MARCATURA C E?


La marcatura CE è figlia del mercato unico europeo. Nasce dall’esistenza del principio sancito relativamente alla libera circolazione delle merci nel territorio europeo. Questo principio si applica a qualsiasi tipo di prodotto e, quindi, anche per i prodotti che vengono utilizzati nel comparto delle costruzioni. La marcatura CE rappresenta un logo che certifica il rispetto, da parte del prodotto soggetto a marcatura, di determinate caratteristiche e conformità indicate dall’Unione Europea.

Prima della nascita del mercato unico europeo, un prodotto doveva rispettare determinate regole stabilite dal Paese di produzione (peso, indicazioni, resistenze, superamento di test, ecc) e, se esportate, dovevano essere conformi anche alle normative del Paese di destinazione. In caso contrario il bene poteva essere ritirato da quel mercato o non superare neanche i controlli in dogana.

L’Unione Europea, volendo incentivare lo scambio tra i propri membri, ha capito che doveva creare norme di riferimento comuni a tutti i Paesi aderenti alla CEE per i vari prodotti. O, in altre parole, doveva definire delle regole univoche per singoli prodotti che valessero per tutti. In questo modo si sarebbe semplificato e incoraggiato il commercio tra i membri.

Bisognava quindi trovare il modo di “armonizzare” i parametri di riferimento ed i concetti prestazionali di tutti i Paesi aderenti alla CEE per i vari prodotti, inclusi i materiali di costruzione. È stato fondamentale rendere congruenti le caratteristiche tecniche e le prestazioni richieste da tutti i Paesi dell’Unione per i singoli materiali e prodotto.

Oggi, se un materiale da costruzione rispetta tutti i parametri previsti, viene marchiato con il titolo di “Marcatura CE”.

“La marcatura CE – spiega la commissione europea - garantisce e informa il consumatore o l'utilizzatore che su quel prodotto o macchinario sono state applicate una serie di procedure, è stata effettuata un'analisi dei rischi, sono state fatte delle prove dei test i calcoli, prima della sua immissione nel mercato, al fine di garantire la sicurezza per l'utilizzatore finale”.

Quindi porre attenzione alla marcatura è fondamentale per avere prodotti “sicuri” non solo per la realizzazione dell’opera ma anche per garantire anche per la nostra salute.


Non entriamo nella procedura di marcatura che naturalmente è realizzata da una commissione preposta allo scopo, a noi ora interessa riconoscere la marcatura CE a garanzia della qualità di materiale che utilizziamo per le costruzioni.


COME RICONOSCERE LA MARCATURA C E NEI PRODOTTI EDILI


La marcatura CE non è semplicemente una noia burocratica o un certificato di garanzia fine a sé stesso. La marcatura CE attesta la conformità di un materiale di costruzione rispetto al suo uso presoto e ne permette l’uso nelle opere di costruzione.

Il prodotto soggetto a marcatura CE deve essere venduto accompagnato dalla DoP, detta anche dichiarazione di prestazione: un documento che riporta le caratteristiche essenziali del prodotto che il produttore vuole proporre al mercato. Ovviamente tipologie diverse di prodotto avranno DoP differenzi.

Inoltre, il materiale di costruzione marcato CE è accompagnato da una scheda di sicurezza sul suo utilizzo e dalle indicazioni sulle modalità corrette d’installazione. Tutto il pacchetto in poche parole. La marcatura CE garantisce la bontà del prodotto; il DoP rappresenta una sorta di scheda tecnica del materiale da costruzione e la scheda di sicurezza spiega come dovremmo usare il materiale e come trarne il massimo vantaggio.

Adesso, avendo capito cos’è la marcatura CE e perché dovremmo sapere cos’è, manca capire come riconoscerla. Fortunatamente il marchio CE è abbastanza riconoscibile e non è difficile scovarlo. Innanzi tutto, un materiale da costruzione con marcatura CE essere venduto con i certificati appena nominati. In ogni caso possiamo distinguere il prodotto CE già dal marchio, anche se si deve fare un po' di attenzione.



Che differenza c'è tra Marcatura CE la marcatura China Export
Che differenza c'è tra Marcatura CE la marcatura China Export


Nell’esempio riportato in foto si vede come è facile confondere la marcatura Conformità Europea con il marchio Chine Export. Occhio però che sono due cose completamente diverse. Il marchio “CE” in Cina vuol dire China Export, il marchio “C E” ricavato da due cerchi, è indicativo di Conformità Europea. Per sapere se parliamo di marchio CE o marcatura C E, basta verificare che fra la C e la E nel logo ci sia almeno la metà della larghezza della C come spazio libero. Se lo spazio libero è sufficiente, abbiamo tra le mani una marcatura CE. Altrimenti parliamo di “China Export”.


LA MARCATURA C E NEL SISTEMA ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO


Tornando al nostro esempio originario, il rivestimento “a cappotto” degli edifici, è bene sapere che una norma armonizzata europea atta a determinarne le caratteristiche e le modalità costruttive del cappotto, ancora non esiste. Siamo ancora in fase di redazione del regolamento e delle specifiche, ma alla data di scrittura di questo articolo non esiste ancora alcun documento ufficiale.

Voglio evidenziare questo tema soprattutto a causa dell’aumento vertiginoso dei lavori di rifacimento del cappotto termico delle abitazioni dovuto ai Super Bonus 110%. Sappiamo che uno degli interventi trainanti del Super Bonus è proprio il cappotto termico, per questo è necessario conoscere perfettamente non solo le tecniche di costruzione, ma anche la burocrazia che caratterizza questi interventi.

Quindi, come si fa a garantire che la realizzazione del cappotto termico che stiamo realizzando rispetti le tecniche e le caratteristiche prestazionali corrette? Mancando la marcatura CE, si deve far riferimento alle marcature ETA e ETAG.


La certificazione del cappotto termico che garantisce l’efficacia del Sistema è l’ETA, secondo l’ETA G004. L’ETA, ossia la Valutazione Tecnica Europea è un documento che contiene le prestazioni che deve avere un prodotto da costruzione. L’ETA viene rilasciata per i prodotti per i quali manca una norma armonizzata ed è disponibile come riferimento un Documento per la Valutazione Europea (EAD 040083-00-0404) o una ETAG 004.

Per garantire la qualità dell’intervento è importante garantire contemporaneamente:

  • La progettazione dettagliata dell’isolamento da installare

  • L’utilizzo di materiali da costruzione idonei

  • L’esecuzione dei lavori a regola d’arte

Non bisogna dimenticare, che la qualità di un intervento di efficientamento energetico con isolamento termico a cappotto è determinata in primo luogo dalle caratteristiche delle soluzioni impiegate. Solo sistemi a cappotto testati e certificati come tali, possono garantire che i singoli componenti, interagendo tra loro, possono dare i migliori risultati immediati e nel tempo.

تعليقات


bottom of page