top of page

INFOMINDS Novità

Edilizia: quali sono i problemi più importanti?

L’edilizia è un settore complesso, che cambia in fretta. Questo mutamento comporta, però, anche tante nuove problematiche da risolvere. Vediamo insieme i problemi più recenti e articolati e come superarli.

Problemi che mutano con il tempo

L’edilizia è un settore molto complesso e in fermento: le normative cambiano, arrivano bonus economici, il lavoro delle imprese si complica e, di conseguenza, arrivano anche problematiche che colpiscono e pongono un freno al settore. Alcuni problemi persistono negli anni, altri invece sono temporaneamente legati a fenomeni o novità contingenti.

Un mix, quindi, tra vecchi e nuovi problemi da affrontare rendono il percorso molto insidioso per le imprese edili piccole e grandi del territorio italiano.

Ma come è possibile affrontare con successo i problemi e proseguire con progetti e sviluppi futuri? Vediamo insieme una rapida panoramica dei problemi principali dell’edilizia e come superarli brillantemente.


BIM

Dallo scorso anno è uno tra gli argomenti più gettonati: se n’è parlato durante le fiere di settore, SAIE in primis, negli studi di ingegneria e architettura, fino ad arrivare ai cantieri.

Ma che cos’è il BIM e come affrontarlo senza timori? BIM è una sigla che riassume il concetto espresso in inglese come Building Information Modeling. Serve a migliorare la visione dei progetti, per rendere il processo costruttivo il più ottimale possibile. Molti studi di ingegneria e architettura lo utilizzano già da anni ma nel prossimo periodo, come previsto da normativa italiana, diventerà obbligatorio su alcune fasce di budget relativamente a lavori nel settore pubblico.

Il gestionale ERGO è BIM compliant, grazie all’integrazione con Regolo di Namirial, dunque è perfetto per adeguarsi con la normativa vigente senza preoccupazioni.

Per scoprire ulteriori informazioni su BIM e cambio di normativa in corso: https://www.infominds.eu/post/perch%C3%A9-si-parla-tanto-di-bim?lang=it


Gestione dei cantieri

Uno tra gli aspetti più controversi nell’edilizia è la corretta gestione dei cantieri. Molto spesso regna il caos e le comunicazioni sono frammentarie, gli operai sono sempre di corsa e tra fogli di carta, messaggi vocali e telefonate spesso diventa un’impresa ardua ricostruire la giornata in cantiere.

Mettere ordine permette di avere tutti i documenti necessari sempre disponibili e compilati correttamente, come da normativa vigente. Inoltre, anche le richieste materiale e le comunicazioni “interne”, grazie ad APP che si collegano con il gestionale, diventano semplici e veloci. Raccogliere informazioni sempre più precise permette non solo il controllo in tempo reale ma anche una solida base per previsioni e strategie future. Soprattutto in un’ottica di sviluppo futuro diventa dunque fondamentale organizzare al meglio le informazioni a disposizione.


La formazione

Quando si parla di una nuova organizzazione del lavoro, della scelta di un gestionale che possa aiutare le aziende ad automatizzare tanti processi, la prima preoccupazione va verso uno “spreco” di tempo che è indiscutibilmente legato alla formazione. Ma la formazione e il miglioramento delle conoscenze e delle competenze dei propri team può davvero essere considerata uno spreco?

Sicuramente no: automatizzare i processi fa risparmiare in futuro molto tempo, che può essere utilizzato dai collaboratori per svolgere nuove attività o approfondire quelle che solitamente venivano tralasciate per i troppi impegni urgenti e burocratici.

Superato dunque lo scoglio legato alla paura di far perdere del tempo alle persone, rimane quello legato al costo economico. La formazione, soprattutto di qualità, ha un costo da non sottovalutare. Per sopperire a questo problema possiamo utilizzare i fondi interprofessionali: fondi che sono erogati alle imprese aderenti dedicati nello specifico per la formazione dei dipendenti (scopri di più qui: https://www.infominds.eu/post/fondi-interprofessionali-come-funzionano-perch%C3%A9-aderire?lang=it)


Comentarios


bottom of page